Zambia

 

Lo Zambia è ancora veramente un’Africa selvaggia. Alcune delle strade all’interno dei Parchi non sono in buone condizioni, specialmente durante la stagione delle piogge, rendendo questi parchi accessibili solo con veicoli 4x4 o in piccoli aeromobili.

Kafue National Park

Il Kafue National Park è il terzo parco in Africa per estensione e copre un’area equivalente a quella del Galles. Il Fiume Kafue ed i suoi numerosi affluenti forniscono di acqua una serie di habitat diversi.

Una caratteristica dominante nel nord del Parco sono le Busanga Plains, una vasta pianura alluvionale che riceve l’acqua dal sistema fluviale del Lufupa. Nel sud del Parco vi sono dense foreste, alti boschi di mopane e le piane sabbiose del Kalahari, con le vaste Ninzhila Plains punteggiate da baobab ed euforbie.

La diversità di ecosistemi del Kafue ha come risultato una impressionante varietà di specie presenti. I fotosafari nella zona meridionale sono più difficili che nel nord a causa della fitta foresta. Il birdwatching è eccellente, specialmente sui fiumi ed i cosiddetti dambos, sorta di acquitrini che si trovano nei pressi dei fiumi, con oltre 400 specie presenti, ed in particolare aironi giganti, aquile pescatrici, gru caruncolate, lourie rheinardia viola e civette pescatrici di Pel.

Lochinvar National Park

La vasta zona umida e la savana alluvionale del Lochinvar sono stati dichiarati sito patrimonio dell’umanità dall’UNESCO malgrado il numero limitato di animali presenti. Il Parco è situato nelle pianure alluvionali del Kafue. All’interno del Lochinvar National Park vi sono i siti di due monumenti nazionali: il sito di un villaggio dell’età del ferro a Sebanzi Hill, con vedute panoramiche sulle pianure e sulla fitta zona coperta di arbusti che la circonda, e le Gwisho Hot Springs, il cui depositi salini attraggono animali che amano leccare il sale.

I corsi d’acqua attraggono un numero incredibile di uccelli e masse di antilopi nelle pianure alluvionali del Kafur, inclusi circa 2000 gnu e l’ultima popolazione di circa 30000 aggraziati lichi del Kafue.

 

Lower Zambezi National Park  

Il Lower Zambesi National Park si trova tra la grande scarpata ed il fiume Zambesi. Il Parco ha tre habitat principali: le rive del fiume, all’ombra di una folta coltre di foglie, di grandi acacie, mogani e baobab; pianure alluvionali interne costeggiate da foresta di mopane e punteggiate da acacia spinosa e isole di canneti che ospitano miriadi di animali e pianure coperte da boschi di alberi a foglia larga.

Il Parco copre una vasta zona ma la scarpata funge come una specie di barriera che fa in modo che la maggior parte degli animali rimangano prevalentemente al fondo della valle.

Gli animali sembrano essere meno disturbati dalla presenza di persone quando sono nei pressi dell’acqua. Il fiume e la pianura alluvionale hanno una enorme varietà di animali con antilopi e bufali che si spostano dentro e fuori i canali formati dallo Zambesi e branchi di elefanti sino a 100 esemplari.

South Luangwa National Park

Il South Luangwa National Park è una delle località Africane più selvagge, con spazi enormi, una grande diversità di habitat, una grande densità di animali e specie che difficilmente si vedono nelle altre riserve. La sopravvivenza della valle dipende da fiume Luangwa. I safari a piedi sono stati creati nella valle del fiume Luangwa e continuano ad essere tutt’oggi il modo più popolare di esplorare il Parco.

Antilopi, gnu e zebre si uniscono lungo il fiume e nella pianura erbosa della savana a nord, dove si trova la maggior parte dei lodge e campi. Il fangoso Luangwa è il rifugio per centinaia di coccodrilli e spesso per oltre 100 ippopotami in un solo gruppo. Con oltre 400 specie di uccelli, nel Parco è possibile vedere con facilità anche 100 specie in tre giorni. Alcuni dei più belli sono: gruccione carminio, martin pescatore, ghiandaia petto lilla, falco giocoliere, aquile pescatrici, becco a sella, gru coronata.

North Luangwa National Park

La valle del Luangwa copre quasi tutta la regione orientale dello Zambia. Il North Luangwa National park è una delle più spettacolari zone ancora selvagge dell’Africa ed è stato indicato come uno dei santuari naturali più grandiosi del mondo. E’ così remoto che non è possibile visitarlo raggiungendolo con un proprio veicolo ed è possibile accedervi solo con una guida e con relativo permesso.

La differenza principale tra North e South Luangwa è nella loro storia, in quanto la zona settentrionale del Parco non è stata aperta al pubblico per oltre 30 anni.

Questo parco è caratterizzato dai boschi e dai grandi branchi di bufali, talvolta di oltre mille capi. Altri mammiferi comuni nel Parco includono i leoni, i leopardi, le iene, gli elefanti e numerose antilopi, inclusi i bushbuck, i puku, i kudu, gli impala ed alcune altre che non si trovano nella zona meridionale, come l’oribi, l’alcelafo, le antilopi dei canneti, e l’antilope più grande, l’eland. Nel parco vi sono anche zebre, gnu, facoceri, babbuini e cercopitechi verdi. Il birdwatching è eccellente nella sezione meridionale del Parco.

Victoria Falls

Il Mosi-oa-Tunya National Park è suddiviso in due sezioni: un Parco per i fotosafari lungo le rive del fiume ed il Parco delle Victoria Falls, ciascuno con una entrata separata. David Livingstone “scoprì” le cascate nel 1885 e diede loro il nome in onore della sua Regina. La scena che si trovò davanti era una linea di faglia in basalto della lunghezza di 1,6 chilometri dalla quale il maestoso Zambesi si gettava per 100 metri.

Il Ponte di Victoria Falls fu commissionato da Cecil John Rhodes nel 1900 e fu completato nel 1905. Si affaccia sulla impressionante gola sottostante e forma una sorta di terra di nessuno tra i confini dello Zambia e dello Zimbabwe.

Il Mosi-oa-Tunya National Park è una piccola zona protetta, solo 66 chilometri quadrati lungo la riva settentrionale dello Zambesi e protegge principalmente gli ultimi rinoceronti rimasti in Zambia.

 

Zimbabwe

 

I parchi nazionali e le riserve private con i loro boschi di miombo e di acacia spinosa o con i paesaggi punteggiati dai caratteristici kopije, offrono una grande opportunità per i safari fotografici e per il bird-watching. Animali come le antilopi, le zebre e le giraffe si aggirano sulle pianure e le possibilità di vedere almeno alcuni dei Big Five sono buone.

Victoria Falls National Park

Questo Parco è aperto al pubblico per tutto l’anno ed è il sito delle Victoria Falls. Una caratteristica particolare del parco è la foresta pluviale che cresce grazie agli spruzzi delle cascate, incluse felci, palme, liane e diversi alberi, come per esempio il mogano, che non si vedono in altre parti della regione. Gli ospiti del Parco hanno l’opportunità di vedere elefanti, bufali, rinoceronti bianchi, ippopotami, eland ed una varietà di altre antilopi durante fotosafari in veicoli aperti o a piedi. Nel fiume si possono vedere i coccodrilli.